Commemorazione Col. Francesco NULLO


Francesco Nullo, Bergamasco, era un vero guerriero. Prima con Garibaldi alla conquista di Palermo per la fondazione della Repubblica Italiana, poi in....



Francesco Nullo, Bergamasco, era un vero guerriero. Prima con Garibaldi alla conquista di Palermo per la fondazione della Repubblica Italiana, poi in Polonia a combattere per l’indipendenza di quella Nazione dove morì e dove, ancora oggi, viene celebrato come un eroe dell’indipendenza. Insieme a lui perirono altri 36 Garibaldini che lo seguirono; morti in combattimento o deportati in Siberia o tratti in arresto  dalla Polizia Austriaca e dei quali non si ebbero più notizie. Molte strade, monumenti, piazze ed altri siti pubblici li ricordano come eroi nazionali che combatterono per l’indipendenza Polacca. Nullo, patriota e militare italiano, nasce a Bergamo nel 1826 e morì in combattimento in Polonia nel 1863, dove è sepolto. Resta famosa la sua ultima espressione in dialetto bergamasco quando fu colpito da una pallottola dell’esercito  avversario: “So mòrt”; subito dopo spirò. La Console Generale del Consolato Polacco a Milano, che ha competenza territoriale per l’Italia del nord, oggi è intervenuta personalmente di fronte al monumento eretto alla nobile  figura di F.Nullo, in piazza Matteotti di Bergamo, per onorarlo e celebrare la Sua figura di soldato davanti agli alunni della scuola a lui intitolata, ai rappresentanti dell’amministrazione comunale ed alle Associazioni combattentistiche e d’Arma. Noi dell’ANFI di Bergamo eravamo presenti con la Bandiera.



Articolo tratto da: Associazione Nazionale Finanzieri d'Italia BERGAMO - http://www.anfibergamo.it/public/
URL di riferimento: http://www.anfibergamo.it/public/index.php?mod=none_News&action=viewnews&news=1525800224